On. Filippo Crimì: “Pedemontana: le esenzioni non si devono toccare”

La bozza del nuovo piano economico finanziario per la superstrada pedemontana, come preannunciato, prevede la riduzione delle esenzioni e degli sconti sul pedaggio a favore dei residenti. Questo non è accettabile visto che gli abitanti delle zone su cui correrà la nuova superstrada a pedaggio dovranno sopportare il peso in termini di traffico e di inquinamento della nuova infrastruttura ed il conseguente disservizio per la viabilità locale.

Questa manovra di Zaia è scorretta e penalizza intere comunità del territorio vicentino e trevigiano. Non è possibile che la Regione per trovare una soluzione alla sostenibilità del progetto della pedemontana scarichi i costi sui cittadini, peraltro quelli più colpiti dal punto di vista territoriale per la realizzazione dell’opera stessa.
Ritengo che questa proposta mal formulata debba essere rapidamente corretta garantendo le esenzioni e le agevolazioni promesse.

 

Share This Post