Salute – Vicenza: gioco pericoloso tra medici e infermieri – On. Sbrollini e On. Ginato: “Inaccettabile, prendere provvedimenti seri”

Vicenza 28 Aprile 2016

“Ciò che è accaduto in Pronto Soccorso a Vicenza è preoccupante ed inaccettabile. Non si gioca con la salute e con la vita delle persone. Il reparto di Pronto soccorso di Vicenza, nonostante le centinaia di accessi giornalieri e nonostante le permanenti difficoltà di investimenti ed organico, rimane un reparto di eccellenza della sanità vicentina e veneta, chi ha l’onore di poter operare in un reparto così prestigioso deve avere la maturità e di affrontare il proprio lavoro ogni ora, ogni giorno con la massima serietà per il benessere di ogni paziente.

L’assistenza diretta al pronto soccorso è un servizio delicato e difficile, atteggiamenti poco professionali non possono essere ammessi, il dolore e la sofferenza di chi arriva in ospedale devono essere sempre rispettati.

Sottoscriviamo in pieno le parole del Primario del Pronto Soccorso Vincenzo Riboni e del direttore generale Giovanni Pavesi, entrambi intervenuti subito, hanno duramente denunciato l’accaduto ed ora dopo l’indagine interna mi auguro verranno presi seri provvedimenti.

Per la leggerezza e la stupidità di pochi si rischia di rovinare l’immagine di un ospedale serio e ricco di competenze.A tutto il personale dell’ospedale S.Bortolo come noi stupito e dispiaciuto va il nostro forte sostegno.”

Lo dichiarano l’On. Daniela Sbrollini, Vicepresidente della Commissione Affari Sociali e Sanità alla Camera dei Deputati e l’ On. Federico Ginato

Share This Post