BpVi – Ginato: “Bene il nuovo corso e l’attenzione per risarcire i risparmiatori vittime di azioni illegali”

“Dopo l’intervento del fondo Atlante avevo auspicato che ci fosse un’attenzione particolare per dare risposta ai risparmiatori vittime di azioni illegali. Quel mio invito sembra oggi trovare risposta negli indirizzi espressi dalla Quaestio sgr ed è questo, assieme alla richiesta dell’azione di responsabilità, un passaggio fondamentale per il futuro”. Così il deputato del Pd Federico Ginato commenta gli indirizzi espressi da Quaestio sgr – che possiede il fondo Atlante – in vista dell’assemblea della Banca Popolare di Vicenza del prossimo 7 luglio.

“Era importante che arrivasse un messaggio chiaro sui nodi aperti. Ed è arrivato. La riduzione del numero degli amministratori e il dimezzamento dei compensi sono una svolta attesa e dovuta rispetto al passato, così come è importante l’appoggio all’azione di responsabilità in linea con quanto chiesto anche a suo tempo dal premier Renzi. Ritengo però fondamentale la dichiarazione di un impegno concreto per risarcire i vecchi soci. Si tratta di un’assunzione di responsabilità rispetto a quanto la banca può aver fatto in passato. Salvataggio significa anche questo. Ora è quindi importante individuare quali siano gli strumenti più efficaci da adottare perché il rilancio della banca si accompagni al risarcimento dei soci storici”.

Share This Post