Omicidio di Fermo: On. Daniela Sbrollini : “Razzismo ancora troppo presente, la politica e lo sport siano d’esempio contro il razzismo”

“Emmanuel Chidi Namdi è stato ucciso barbaramente da un cittadino italiano, è stato ucciso perché era di un ‘etnia diversa mentre camminava in città con la propria moglie. Questo tristissimo episodio mi ha colpito molto e mi ha portato a pensare che bisogna ancora lottare ogni giorno contro l’omofobia ed il razzismo e​ che​  la politica ​non può rinunciare al compito di essere d’esempio per tutti.

Se si alimentano ogni giorno sentimenti di odio e di chiusura verso il prossimo e lo straniero il risultato non può che essere questo. Chi governa, ​ma soprattutto​ chi aspirerebbe a farlo, ha la responsabilità dell’effetto delle proprie parole, la politica tutta deve prendere le distanze e condannare duramente quanto successo.
Il razzismo è una un problema purtroppo ancora molto presente. Se questi sono i fatti dobbiamo
​ragionale​ sull’ importanza di ribadire in tutti i modi la necessità di uno sviluppo culturale, sociale, ma anche economico che abbia come principi fondamentali la dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e la nostra Costituzione. Nel ventunesimo secolo nessuna forma di razzismo, xenofobia o violenza può essere accettata.

Il colpevole di questa vicenda così drammatica è un ultras, è subito stato arrestato e si è scoperto che era anche stato sottoposto a Daspo. Le curve di calcio troppo spesso, perché grande luogo di aggregazione, possono diventare pericolosi luoghi si alimenta l’odio verso il prossimo e “filosofie” di violenza ingiustificata. Il calcio non non ne è direttamente responsabile ma è nel suo interesse e nell’interesse del bene comune che anche il calcio possa attivare strumenti idonei a prevenire e a reprimere il fenomeno del razzismo e qualsiasi tipo di violenza. Investire in impianti sportivi nuovi, nella sicurezza e nella qualità dell’organizzazione delle competizioni sportive aiuta ad eliminare i peggiori “tifosi” dagli spalti e che si diffondano folli idee e comportamenti. Questi temi saranno sicuramente all’attenzione della nuova presidente dell’osservatorio sulle manifestazioni sportive Daniela Stradiotto con cui desidero al più presto collaborare per il futuro dello sport italiano.

​Un pensiero ed un abbraccio vanno a Chinyery, moglie di Emmanuel, sperando che l’Italia e tutta la comunità di Fermo le diano il sostegno che merita.”0707

Share This Post