On. Filippo Crimì: “Pedemontana: La regione non tocchi le esenzioni di pedaggio per i residenti della Pedemontana Veneta”

Le esenzioni per l’utilizzo della nuova Pedemontana Veneta riservate ai residenti dei 73 comuni sui quali corre la superstrada non possono essere modificate. Non è ammissibile che gli accordi presi con i cittadini siano rimessi in discussione ogni qualvolta serva per far quadrare i conti.

La possibilità, infatti, che il Consorzio S.I.S. chieda alla Regione Veneto di rivedere le esenzioni sopra menzionate è la conseguenza della discussione sul nuovo Piano economico-finanziario che il Consorzio deve cambiare, prevedendo questa volta flussi di traffico più reali rispetto a quelli determinati inizialmente (ridotti addirittura della metà dallo studio del traffico commissionato della Cassa Depositi e Prestiti rispetto alle valutazioni iniziali di S.I.S).

Quindi, anche se ora il Piano economico-finanziario subirà delle modifiche, gli accordi con la cittadinanza devono essere mantenuti. Presenterò a breve un’interrogazione al Ministro Delrio richiedendo che il Governo si faccia garante del mantenimento delle esenzioni per i residenti, visto che Zaia si è rimangiato la parola data ai cittadini della Pedemontana.

Share This Post