Bonus cultura Diciottenni

Attivo il nuovo contributo per diciottenni: 500 euro da spendere per attività culturali. 500 euro destinati a tutti i diciottenni residenti nel nostro Paese che li potranno utilizzare nell’ambito delle attività culturali; ecco in sintesi il nuovo intervento del Governo a favore dei giovani, chiamato 18app.

Da giovedì 15 settembre 2016 gli esercenti di attività culturali potranno accreditarsi attraverso il sito <http://www.18app.it> www.18app.it al sistema che li metterà in grado di ricevere i buoni che i diciottenni potranno utilizzare fin dai primi giorni di ottobre.
Chi diventa maggiorenne, infatti, potrà visitare un museo, un’area archeologica, vedere un film, uno spettacolo teatrale, partecipare a qualsiasi iniziativa culturale accreditata, pagandola attingendo dal fondo del buono. Dal momento in cui ragazzi e ragazze entrano nell’età adulta vengono dunque incentivati a beneficiare del patrimonio culturale, nell’ambito dell’attuazione del proposito governativo che prevede che per ogni euro investito in sicurezza un euro vada investito in cultura.
Il contributo era stato previsto con la Legge di Stabilità che stanziava un fondo di 290 milioni di euro per tutti cittadini residenti nel territorio nazionale che compiono 18 anni di età nel 2016.
In particolare i 500 euro potranno essere spesi per acquistare prodotti che saranno stabiliti dal Dpcm di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Saranno biglietti o abbonamenti per cinema, teatro, concerti e altri spettacoli dal vivo, musei, mostre, aree archeologiche, libri e molto altro ancora.
Coloro che compiono diciotto anni, ed intendono utilizzare il contributo, si
dovranno iscrivere nello Spid (Sistema pubblico di identità digitale) inserendo i dati anagrafici, di residenza e un recapito valido (indirizzo email o cellulare). Gli esercenti della cultura si devono registrare, a partire dal 15 settembre fino al 30 giugno 2017, su <http://www.18app.itwww.18app.it tramite le credenziali in loro possesso fornite dall’Agenzia delle Entrate, inserendo Partita Iva, denominazione e ambito, bene o
servizio offerto, luogo, codice Ateco. Il bonus sarà spendibile fino al 31 dicembre 2017 in modo da non penalizzare chi è nato negli ultimi mesi dell’anno.
E’ prevista una applicazione online strutturata in modo di operare le scelte
in maniera semplificata. Con questo buono culturale i giovani potranno godere di una maggiore indipendenza economica ed avere un’occasione in più per approfittare di uno
dei patrimoni culturali più vasti del mondo, quello italiano.

Share This Post