Filippo Crimì: PFAS, approvati i piani operativi ambiente per i Fondi Sviluppo e Coesione al CIPE

Questo pomeriggio sono stati approvati in via definitiva al CIPE i piani operativi ambiente per i Fondi di Sviluppo e Coesione. Questo vuol dire che, come annunciato dal Sottosegretario Luca Lotti, il Governo stanzierà  gli 80 milioni di euro necessari agli interventi ambientali sul bacino Fratta-Gorzone, finalizzati  alle misure di contrasto dall’inquinamento da PFAS nelle acque della provincia di Vicenza e Verona.

La scadenza avvenuta lo scorso anno dell’Accordo di programma per il Fratta-Gorzone e la necessità del suo rinnovo, avevano già dato l’occasione per intervenire confermando che i fondi già esistenti (23 milioni di euro) dovevano rimanere investiti per il trattamento dei fanghi. Ora con il finanziamento di questi ulteriori 8o milioni anche la parte aggiuntiva dell’accordo per ridurre la concentrazione dei PFAS nelle acque del bacino idrico potrà essere definita.

L’ultimo passaggio sarà al tavolo dei sottoscrittori dell’accordo che, attraverso questo addendum specifico sui PFAS, renderà operativo lo stanziamento fatto dal Governo. Il Ministero dell’ambiente sta inoltre fornendo tutto il supporto scientifico per poter affrontare la problematica nel modo più efficace possibile. Il Governo con lo stanziamento complessivo di oltre 100 milioni di euro a tutela delle risorse idriche del bacino Fratta-Gorzone conferma la sua attenzione ai temi ambientali e in particolare a quelli che riguardano il Veneto e Vicenza.

Share This Post