Crimì: Approvazione delega cultura umanistica, importante passo avanti per sistema scolastico italiano.

Con la delega sulla cultura umanistica portiamo al centro della Scuola la musica, la danza, il teatro e il cinema, la pittura, la scultura, la grafica delle arti decorative ed il design. Verrà predisposto infatti il piano nazionale delle arti e saranno create reti o poli per l’orientamento artistico e performativo che collaboreranno con l’Indire (Istituto nazionale documentazione, innovazione, ricerca educativa), le istituzioni AFAM (Alta formazione musicale e coreutica), le Università, gli ITS (Istituti tecnici superiori) ed anche soggetti pubblici e privati, sotto il coordinamento del MIUR e del MIBACT.
 
Per le medie e i licei ad indirizzo musicale è previsto un rafforzamento, con alcune innovazioni normative che garantiscano una maggiore varietà dell’offerta strumentale e il riequilibrio dell’offerta didattica a livello territoriale. Infine l’armonizzazione dei percorsi musicali, con la creazione dei nuovi corsi propedeutici nei Conservatori ed ex-IMP; la definizione di livelli precisi di competenza per l’accesso al triennio accademico degli AFAM garantirà poi maggiore chiarezza e funzionalità del sistema musicale, con sicuro giovamento per tutti i talenti artistici italiani.
 
La produzione artistica italiana di qualità ed il nostro patrimonio culturale devono essere al centro del percorso formativo delle nuove generazioni, affinché il nostro Paese rimanga un baricentro culturale mondiale.

Share This Post