CRIMI’: COLUMBUS DAY, CONTRASTARE LE DISTORSIONI STORICHE

Dopo gli scontri tra suprematisti bianchi e contestatori a Charlottesville, negli USA stanno avvenendo manifestazioni anti-storiche per cui alcune statue dell’esploratore genovese Cristoforo Colombo sono state prese di mira e distrutte. Inoltre, già da tempo alcune municipalità statunitensi, ultima di esse quella di Los Angeles, hanno deciso di cancellare il Columbus Day (anniversario del 12 ottobre 1492) dal calendario delle festività cittadine, rimpiazzandolo con la celebrazione delle popolazioni indigene americane. Il Consiglio comunale di Los Angeles si è schierato infatti con attivisti che considerano l’esploratore genovese un simbolo del genocidio perpetrato contro i nativi in Nord-america. 
Premesso che siamo d’accordo con le celebrazioni delle popolazioni indigene, come lo siamo per tutte le popolazioni del mondo che hanno subito persecuzioni e schiavitù, le decisioni americane preoccupano, invece, perché non è accettabile che delle istituzioni così importanti sostengano un tale falso storico. Offendono la verità e la comunità italo-americana che vede cancellata una propria eredità storica. È evidente che non vi è alcun legame tra l’esploratore  Cristoforo  Colombo e il genocidio dei nativi Nordamericani. Più di 300 anni infatti separano la vita del genovese dagli stermini dei colonizzatori inglesi. Forse si vuole accusare Colombo per il solo fatto di aver scoperto le Americhe e quindi di aver aperto la porta ad un enorme flusso migratorio che da tutto il mondo ha raggiunto popolato e stravolto il continente americano. Ma se è questo il motivo allora bisogna ricordare tutti i flussi migratori e le relative guerre che hanno cambiato nei secoli le popolazioni dell’Italia, dell’Europa, dell’Asia e celebrarne le vittime. Presenterò quindi in Parlamento un’interrogazione per chiedere al Ministro degli Esteri, che cosa intenda fare per ripristinare l’onorabilità e proteggere la figura dell’esploratore Italiano Cristoforo Colombo e quindi, cosa più importante, contrastare le falsità storiche.

Share This Post